Viaggiatrice mal tarata con sbagli e incompletezze d'amore.

Vivendo una vita all'ordine dell'impurezza su una strada che sembra quella giusta.

  • (Fonte: logladys, via imakewishesdreams)

    • 22419
    • 22419
  • by (K C Lee)

    (Fonte: R2--D2, via manolescent)

    • 14660
    • 14660
  • I film di notte sono una gioia.

    Come i libri, raggomitolati su se stessi, nelle mezze ore dei mezzi pomeriggi di caldo d’estate.

  • (Fonte: weheartit.com, via realizes)

    • 1105
    • 1105
  • Dario Bellezza

  • "She flirted because it was fun to flirt and wore a one-piece bathing suit because she had a good figure, she covered her face with powder and paint because she didn’t need it and she refused to be bored chiefly because she wasn’t boring. She was conscious that the things she did were the things she had always wanted to do."
    Zelda Fitzgerald.
    • 1
  • "Un fuoco andato un fuoco acceso"

    Ho tutti questi amori irrisolti in me che vivono e che aspettano solo di essere svegliati e sfamati….

  • Il rumorino caldo dell’hard disk.
    Mi ha fatto stare meglio.

    Ma stasera vedo troppe cose sbagliate per il mio cuore.
    Meglio che mi metta a leggere.

  • (Fonte: weheartit.com, via realizes)

    • 1432
    • 1432
  • "Dein Lacheln."
  • E ovviamente entrambi ci viviamo la vita al parallelo di d’Annunzio.

  • Cerchi un’immagine profilo del cazzo e ti imbatti in certe foto del cazzo.

    Che colpo al cuore.
    Cheppalle.

    Quella sera con te è stato bellissimo, a Francoforte.
    Quella sensazione che, con uno così bello come te, mi ha comunque fatto sentire sicura di me stessa, sicura di piacerti.
    Come quando mi hai stretto la mano.
    Come quando mi hai baciata.
    Come quando mi hai detto che ero bellissima, e come quando me l’hai ripetuto a Praga.

    Una foto innocente, ma con te che fai quella smorfia, come un ragazzino, come un dodicenne che si sta divertendo a morte.

    E io,
    Con te,
    Quella sera….

    Mi sono divertita a morte.

    Guarda che sorriso, che avevo.

  • - ‘La tua vita sarebbe più facile se io non ci fossi’
- ‘È vero, MA NON SAREBBE LA MIA VITA SE TU NON CI FOSSI.’

  • "DOV’ERANO QUEGLI IMMONDI E RAPIDI AMORI CHE GLI LASCIAVAN NELLA BOCCA COME LA STRANA ACIDEZZA DI UN FRUTTO TAGLIATO CON UN COLTELLO D’ACCIAIO?"
    Il Piacere, Gabriele d’Annunzio.
  • "J…"

    Perchè mi hai chiesto il numero. Perchè mi hai scritto. Perchè mi sei entrato nella testa ORA?!?!

    Non faccio altro che pensare a te.
    Non faccio altro che pensare al fatto di… Sì, di volere un ragazzo.
    Di volere te come ragazzo.

    Di volerti… Cazzo.
    Di voler uscire con te e tutte le stronzate da ‘inizio di una storia’. Scriverti, e tu che mi scrivi, e le stronzate del tipo “Hey usciamo insieme”, “Hey sei libera stasera?”, “Hey, vengo a vederti a calcio”…

    NO, no, non voglio. Non voglio essere come lo Sperelli, che “Mentre un pensiero fisso occupava e tormentava tutto il suo essere, egli aveva tutto il suo essere esposto agli urti della vita circostante.”

    Basta, basta. Cazzo.